Archive for Iq0fr/p

Terminillo atto secondo…il ritorno

Il banner... riciclato

Quando una cosa ti piace fai di tutto per esserci. La trasferta al Terminillo fa parte delle cose che mi piacciono e quindi anche quest’anno sono stato felice di riprovarci.

Come sempre l’infaticabile Alessandro IZ0JSD con il quale sono in contatto quasi quotidianamente, una ne fa e cento ne pensa. E ha pensato bene di ritornare al Terminillo.

L’occasione come sempre è la trasferta del gruppo ANA di Roma alla Chiesetta Sacrario degli Alpini che si trova a Pian de’ Valli al Terminillo, la montagna dei romani. Come ogni anno i ”veci” si ritrovano al sacrario per ricordare i loro caduti e così noi ci siamo accodati.

La nostra trasferta prevedeva due fasi: il sabato Alessandro sarebbe salito con la sua attrezzatura QRP al Rifugio Angelo Sebastiani per attivare la referenza per il Diploma Rifugi e Bivacchi del Mountain QRP Club. Alessandro ha montato con l’aiuto di Paolo Pellegrini una antenna “Carolina Windom” e con il suo mitico Yaesu FT817 ha cominciato a fare chiamate. La domenica sarei salito io per attivare la referenza “Chiesetta degli Alpini” del GRA Gruppo Radioamatori Alpini.
La domenica in compagnia della mia YL Maria e di I0BAU, come io chiamo il mio peloso Bingo ho caricato la mia piccola AGILA di tutta l’attrezzatura per operare in portatile: TS2000, antenna Rybakov, notebook, un glorioso Armada della Compaq che ormai viaggia per i 15 anni! Questo notebook è comunque un gioiellino: leggero, cinque centimetri di spessore, formato A4 ideale per le mie trasferte.
Dopo circa due ore siamo arrivati al rifugio: tempo splendido, temperatura frizzante pochissimo vento. Il montaggio dell’antenna è avvenuto senza grossi problemi. Purtroppo sia Alessandro che aveva operato il giorno prima, sia Bruno IK1AAS mi avevano preannunciato pochissima propagazione. La faccenda quindi si presentava difficoltosa. E così è stato: dopo tre ore di attività sia in fonia che CW abbiamo messo a carniere 54 collegamenti, ventitré in meno dello scorso anno.
La collaborazione degli amici di Frascati è stata preziosa per mettere gli spot sul cluster. Non potevamo farlo da noi, anche avendo la chiavetta per il collegamento a Internet, non c’era sufficiente campo per operare.
Stefano IK0UXQ ha anche attivato il cluster sul ponte che arrivava benissimo sul portatile di Federico IZ0ZGT ma non avevamo il modem per collegarlo al PC. Questa del cluster con la radio è una bella idea, mi dovrò attrezzare.
Ci hanno collegato alcuni amici di Frascati tra cui Aldo I0DJV, Bruno IZ0DIB, Stefano IK0UXQ sia in fonia che telegrafia, IW0BMC Franco e Stefano I0LYO della sezione Alto Lazio.

Alle tredici insieme agli alpini ci siamo spostati all’interno per la opportuna ricarica delle batterie a mezzo di polenta ai funghi porcini, fettuccine al ragù, grigliata mista e contorni vari. Al dolce ci avevo pensato io con una bellissima torta margherita strettamente home made (dal sottoscritto).

Verso le tre abbiamo deciso che era l’ora di tornare. La temperatura stava scendendo e il vento si faceva sentire.

Ci hanno fatto compagnia oltre a mia moglie e Paola la moglie di Alessandro, Federico IZ0ZGT, Paolo Pellegrini segretario di Assolagunari di Roma e SWL, il fratello di Alessandro ing. Dario, Andrea ed Ilaria Mazzini con familiari ed amici con cui hanno condiviso il pernotto al rifugio dalla sera del sabato Paolo Pellegrini, Alex e Paola e gli immancabili ma sempre graditi curiosi.

Che dire? Una piacevole giornata in mezzo alla natura e in compagnia della nostra radio ti fa sentire ancora giovane. L’entusiasmo non manca ma la fatica comincia a farsi sentire.

Riporto con piacere la “cronaca “ della cerimonia a cui noi poveri operatori radio non abbiamo potuto partecipare. L’autore Paolo Pellegrini che faceva parte del team degli attivatori ha descritto la cerimonia come meglio non si poteva fare. Scrive Paolo:

La domenica del 28 giugno scorso, A.D. 2016, a Pian delle Valli sul Monte Terminillo in provincia di Rieti, è iniziata con i migliori auspici, regalando un giornata di tiepido sole, ventilazione moderata, nonostante i suoi 1.600 mt. S.l.m..
La chiesetta della Madonna della Vittoria. immersa in un faggeto, Sacrario dagli alpini, fu eretta nel 1939 per onorare le M.O. alpine cadute nella Guerra d’Africa del passato regime fascista; dal 1989 fu consegnata all’A.N.A. Nazionale che la destinò nel 1989 a tempio votivo di tutti gli alpini caduti di tutte le guerre, ripristinando i valori ideali di onore, riconoscenza e ricordo di chi ha donato la vita in nome e per l’onore dell’italica patria.
Alle ore 11,15 orario di inizio della cerimonia, il caratteristico luogo montano era gremito di alpini nella tipica uniforme con la penna sul capppello orgogliosamente indossato, accompagnati da famigliari ed amici degli alpini di ogni età. L’appuntamento, anno dopo anno, ha fatto breccia nei cuori ed è divenuto momento d’incontro molto sentito.
L’altare posto all’esterno della facciata principale della chiesetta, in cima alla scalinata di accesso, aveva a corona due ali di stendardi ed alfieri delle varie sezioni intervenute.
Il coro ANA Malga di Roma ed il suo direttore, già da tempo in attività per riscaldare le corde vocali, hanno magistralmente accompagnato con i canti alpini e liturgici le varie fasi religiose.
Il trombettiere con gli squilli ha dato il via all’attenti , quindi all’alzabandiera con l’inno d’Italia cantato dal coro ed all’unisono dai presenti, calando l’intera comunità in quell’aura sacrale che il luogo offriva.
A seguire ha avuto inizio la Santa Messa nella cui omelia si è calorosamente ricordato con commozione la scomparsa del Presidente di Sezione ANA Enzo Fuggetta, “andato avanti”, i cui funerali solenni si erano svolti il giorno precedente a Rieti in una Basilica gremita, accompagnati dalla Banda degli alpini di Borbona.
Enzo. personaggio di grande spessore, esempio di amore e dedizione agli alpini ed ai loro valori, ha lasciato un vuoto profondo fra i molti che lo conoscevano ed avevano avuto modo di apprezzarne le sue doti e capacità.
Con intensa partecipazione la celebrazione si è conclusa con la solenne benedizione.
A seguire, accompagnata dal coro Malga Roma con l’indimenticabile brano “Signore delle cime” è stata deposta una corona d’alloro di fronte alla busto del Tenente alpino M.O. caduto in terra d’Africa.
A conclusione dell’evento, l’ammaina bandiera con l’Inno di Mameli che ci ha fatto sentire tutti un po’ più uniti e vicini per un mondo più giusto e solidale.
G.R.A. – Gruppo Radioamatori Alpini – Sezione di Roma

2 ringraziamenti in particolare:
a) Sergio, IZ0FSE, che ci ha salutato per telefono essendo impegnato nella manutenzione del ponte presso il rifugio Rinaldi sulla vetta del monte Terminilletto;
b) Maurizio Sola, gestore del rifugio A. Sebastiani al Terminillo che si è prodigato anche quest’anno per metterci nella migliore condizione di operare riservandoci un angolo esterno al rifugio riparato dal vento del Nord ed ottimo cuoco.
A.Go – Pa.Pel – Giu.Pa

La rybakow che fa anche da pennone

La rybakow che fa anche da pennone

la carolina windom

la carolina windom

Il rifugio Angelo Sebastiani

Il rifugio Angelo Sebastiani

Paolo e Alex

Paolo e Alex

IZ0FVD al set up della stazione

set up della stazione

CQ CQ de IZ0FVD con la divisa di ordinanza

CQ CQ de IZ0FVD con la divisa di ordinanza

i due giovanotti

i due giovanotti

la foto ricordo

la foto ricordo

Lo stemma dell' ANA

Lo stemma dell’ ANA

Il banner... riciclato

Il banner… riciclato

quello che non ti aspetti di trovare in un rifugio.......

quello che non ti aspetti di trovare in un rifugio…….

gruppo Terminillo...cheese

gruppo Terminillo…cheese

Alcune immagini della cerimonia

DSCN0894

DSCN0908

Tramonto e QRP

Si è conclusa, intorno alle 20:30, la seconda serata dedicata al QRP. A pochi chilometri da Roma, vicinissimo alla nostra sezione, sorge Monte Tuscolo. Facile da raggiungere e piacevole da vivere, la montagna offre ampi spazi raggiungibili comodamente con macchina e pochi minuti di cammino. Abbiamo quindi deciso di iniziare queste serate dedicate al QRP. Anche oggi, il team composto da IW0HNE, IZ0FVD e IZ0BTV organizzato di tutto punto, ha passato alcune ore all’insegna del divertimento. Abbiamo portato i nostri Yaesu FT 817 con batteria LiPO e due antenne, la MP-1 e la verticale di I1UJX. Pochi collegamenti (EA, EI, G, RW7) ma tanta soddisfazione.

IMG_3926

73 da IQ0FR/P

 

IQØFR, non contenti torniamo sul Cotento!

Dopo la bellissima esperienza fatta sul Monte Cotento (LZ-302) in occasione del Contest SOTA 2014, ci siamo ripromessi di fare una bella “salita invernale”.

Le settimane passano ma le condizioni meteo sono sempre proibitive e il nostro sogno di salire in vetta con la neve svanisce. Una sera però arriva un messaggio di Stefano IK0UXQ: <<Ragazzi, io domani salgo qualunque cosa accada!>> Non si può perdere questa occasione. In un attimo mettiamo insieme il materiale e la domenica mattina ci ritroviamo in viaggio per la nostra attivazione invernale.
Il team questa volta è composto da IK0UXQ, IZ0ORT, IZ0BTV ed un novello “sotaro” Marco IW0HME insieme alla YL Grazia.  Arrivati alla base della vetta parcheggiamo e ci prepariamo per la salita, la giornata è stupenda e di neve ne troviamo ancora tanta. Attrezzati di tutto punto iniziamo a salire (questa volta le attrezzature sono state portate su con uno slittino!) e dopo quasi due ore siamo in vetta.
Iniziamo a montare la tenda e le antenne per essere operativi prima possibile. Questa volta saremo operativi anche in HF. Le stazioni sono due. La prima con Yaesu FT 817 e direttiva bibanda (3 elementi in VHF e 5 elementi in UHF) la seconda con Yaesu FT 817 e verticale auto costruita da Stefano UXQ che copre le gamme dai 10 ai 20 metri.  Tutto alimentato da batterie al piombo e pannellini solari. Iniziano le trasmissioni e ci alterniamo tra le gamme alte e le HF (principalmente 15 e 20 metri). Come al solito tanto divertimento e tanti amici che ci hanno chiamato, sia dall’Italia che dall’estero. Poco dopo pranzo abbiamo avuto una bellissima apertura in 20 metri che ci ha permesso di aumentare il numero dei QSO nel log che si è chiuso così: 83. (64 hf – 19 vhf). Poco dopo le 15 abbiamo iniziato a smontare tutto e iniziato la discesa. Mentre scendevamo però, non si pensava al rientro a casa ma… ad una nuova vetta da attivare!
gruppo_sota
Un saluto a tutti dal SOTA team della Sezione ARI di Frascati
73 de IQØFR/P

IQ0FR/P al Terminillo

La postazione radio. In primo piano Marco Giulio al microfono, Alessandro e Simone in veste difFotografo

Il giorno 29 giugno 2014 in occasione del raduno degli alpini al Terminillo la nostra stazione IQ0FR ha attivato una postazione radio presso il rifugio Sebastiani. E’ stata l’occasione per trascorrere una giornata all’aria aperta insieme a tanti amici soci. La giornata veramente splendida di quelle che al Terminillo si contano sulla punta delle dita. Ho scritto un piccolo resoconto che è stato pubblicato con le foto sulla rivista dei Lagunari. Spero vi faccia piacere leggerlo

http://www.associazionelagunari.it/notizia_2014_06_29_roma_attivita_radio_teminillo.htm

La postazione radio. In primo piano Marco Giulio al microfono, Alessandro e Simone in veste difFotografo

La postazione radio. In primo piano Federico,Giulio al microfono del TS2000, Alessandro a quello del FT817 e Simone in veste di fotografo

Lo vedi ecco Marino la sagra c’è dell’uva

Bozza della cartolina QSL

La Radio in…Sagra

era il mese Luglio quando mi venne l’idea di partecipare alla 89^ Sagra dell’Uva di Marino con una postazione gestita dalla nostra sezione.
Detto..fatto come recita una trasmissione : ho scritto all’assessore al commercio e gli ho detto:.

Naturalmente sapevo di coglierlo nel vivo ed infatti dopo qualche giorno è arrivato l’invito. Ho esposto cosa volevo fare e che tutte le persone che ci avessero collegato avrebbero ricevuto una bella cartolina con logo e storia della sagra e che questi collegamenti potevano raggiungere i più sperduti angoli della terra. Naturalmente sapevo di esagerare ma ci ho provato. Ed infatti la risposta è stata a dir poco entusiasta. Lasciandomi mi ha detto:. Quindi la cosa era fatta! Successivamente mi sono messo in contatto con il responsabile dell’ufficio cultura di Marino con il quale abbiamo discusso dei dettagli della cosa.

Ho inviato a tutti l’invito e hanno risposto: IZ0BTV, IW0HNE, IZ0KBW, IK0KNN, IZ0DIB, IW0CGT, IZ0WBO.

Un mese prima verso la metà di settembre abbiamo fatto la prova sul campo per testare le apparecchiature in un parco vicino casa mia, anche per non avere sorprese il giorno previsto per la manifestazione. Alla fine siccome tutto funzionava ci siamo ristorati con una abbondante porzione di” ciambella al mosto” che è stata molto gradita ai partecipanti. Sono seguiti poi numerosi contatti con i responsabili dell’ufficio cultura con la messa a punto della logistica. Nel frattempo mi sono cimentato con un nuovo programma per la creazione della QSL, impegnativo ma il risultato è stato positivo.

Le previsioni per il fine settimana non facevano ben sperare con una bella perturbazione su Roma tra venerdì e sabato. Così è stato: venerdì brutto, sabato mattina un temporale ma poi sembrava che la perturbazione avesse preso la fuga verso il sud. La mattina della domenica si potevano vedere anche le stelle quando sono uscito con il cane! Alla spicciolata sono arrivati tutti gli amici, compreso il “modenese” Luigi che era impaziente di macinare QSO in CW. Abbiamo tutti lasciato la macchina nel sottostante garage e devo dire che la collocazione era perfetta. Abbiamo montato l’antenna fornita da Simone, il mio TS2000, il PC per il log e alle 9:30 eravamo pronti. Per aumentare l’appetibilità del nominativo, IQ0FR/P gli avevo agganciato tre referenze: RM071 per il DCI, IFF202 per il “Italian Flora & Fauna e la referenza per il nuovo diploma DAV (Diploma ambienti vulcanici). Avevo anche mandato un messaggio sul sito DCI per creare ancora di più l’attesa. Ed infatti dopo dieci minuti si è scatenato il pile-up a stento gestito. Prima in fonia e poi in telegrafia. Abbiamo messo nel paniere a fine giornata 250 QSO. Abbiamo avuto la gradita visita di due radioamatori e di molta gente che si è avvicinata incuriosita al nostro stand.
Nel frattempo che ci alternavamo alla radio Emilio ha iniziato a tirare fuori, Mary Poppins, dalla sua valigia strumenti, antenne, l’817. Hanno montato un verticalona che faceva impressione a vederla oscillare al venticello che si era alzato e poi la una bella antennina per il portatile che gli ha permesso di effettuare con 5 Watt un collegamento con l’Inghilterra. Alle cinque purtroppo abbiamo deciso di smontare tutto perchè nel frattempo sul palco che era proprio vicino alla nostra postazione hanno iniziato a montare amplificatori casse e mixer che una volta messi in funzione non ci hanno più permesso di operare. Pazienza, sarà una criticità da eliminare il prossimo anno. Abbiamo terminato la giornata con una bella visita guidata dal sottoscritto per i vicoli e piazze di Marino segreta con l’immancabile vista al “vicolo baciadonne” una chicca segreta di Marino. Un bel gelato dal nostro sponsor “www.pasqualotto1925.it” ha chiuso la intensa ma bella giornata.

La perfetta riuscita di questa manifestazione iniziata un po’ per gioco sarà sicuramente il pass per una futura collaborazione con il Comune di Marino. Non vi anticipo nulla ma ho in mente diverse cosette. Per il prossimo anno ho in mente un “Diploma delle Sagre dell’Uva e del Vino” con il coinvolgimento delle sezioni ARI dei paesi dove queste si tengono.
Vi allego la bozza della QSL e il link dove potrete vedere alcune foto della manifestazione (evidenziatelo con il tasto sinistro e poi apritelo col tasto destro del mouse).

Grazie a tutti i soci che ci hanno creduto e che pazientemente hanno sopportato il bombardamento di mail a cui li ho sottoposti. Senza la loro collaborazione e il tempo che hanno messo a disposizione non saremmo riusciti a portare a casa questo risultato.

Bozza della cartolina QSL

Bozza della cartolina QSL

QSL_1-page002

QSL_1-page003

QSL_1-page004

Questo è il link delle foto

https://www.dropbox.com/sh/mygp51ak

la famosa e squisita ciambella al mosto di Marino

la famosa e squisita ciambella al mosto di Marino

La famosa ciambella al mosto

Diploma dei Fari Italiani

Attivazione Faro Fiumicino

Ho ricevuto il certificato di attivazione al WAIL 2012 per i nostri due soci Carlo IW0CGT e Bruno IZ0DIB. Complimenti per l’attività. Aspettiamo quello del 2013 dal faro di Senigallia.Attivazione Faro Fiumicino